Firenze: il Gruppo Chaloub tra i soci di Polimoda

A Firenze sono state gettate le basi per la costruzione di un ponte tra la cultura italiana del lusso e quella mediorientale, con l’ingresso del Gruppo Chalhoub tra i soci di Polimoda srl e con l’assegnazione di due borse di studio per altrettanti master dell’Istituto fiorentino a studenti dell’area del Golfo Persico.
. “L’opportunità di offrire queste due borse di studio è unica - ha spiegato Patrick Chalhoub, copresidente dell’omonimo luxury retailer -. È la naturale evoluzione della nostra mission, da sempre volta a promuovere la formazione attraverso collaborazioni con istituti d’eccellenza”.
L’iniziativa - presentata all’interno della cornice di Palazzo Spini Feroni, sede del Museo Ferragamo - è servita a consolidare una partnership che ha l’obiettivo di favorire l’integrazione tra culture diverse e la formazione di figure professionali destinate a diventare ambasciatrici del made in Italy nei Paesi mediorientali.
“Siamo orgogliosi che una realtà così importante ci abbia scelti come interlocutori in Italia – ha aggiunto Ferruccio Ferragamo, presidente dell’Istituto Polimoda –. Questo premia certamente la costante ricerca dell’eccellenza nella didattica e nella formazione, che caratterizza il nostro istituto da sempre”.
Linda Loppa, dean di Polimoda, ha sottolineato come “le capacità e la creatività italiane, unite alle specificità culturali mediorientali, possono contribuire a dare forme a nuove, interessanti proposte di moda”.
Il Gruppo Chalhoub, con sede a Dubai, si occupa da oltre 50 anni di sviluppare i marchi occidentali del lusso in Medio Oriente, adattando le strategie delle griffe ai bisogni dei consumatori locali. Vanta oggi un portfolio di oltre 280 marchi prestigiosi, 300 punti vendita e una presenza in 14 nazioni.
b.b.
stats