Firetrap spopola tra i giovani inglesi

La rivista inglese Drapers - magazine business-to-business che segue il settore del fashion retail - pubblica settimanalmente interessanti indagini di mercato. L’ultima, sui brand rivolti al pubblico giovane, ha eletto Firetrap best seller della settimana in Gran Bretagna, dopo avere consultato una cinquantina di dettaglianti. Al secondo posto G-Star e al terzo Diesel.
Sbarcato da poco anche in Italia, dove le prime concessioni sono state inaugurate lo scorso marzo presso i department store Coin di Milano, Roma e Genova, Firetrap è un marchio alternativo amato dai giovani dai 20 ai 35 anni, con un approccio alla moda e alla vita critico e consapevole. Nato a Londra nel 1993, si è subito imposto per la sua forte anima denim e l’ambizione di diventare un vero e proprio fenomeno culturale. Le collezioni uomo, donna e accessori - connotate da un forte estro stilistico e simboleggiate dallo gnomo Deadly, mascotte e oggetto di culto - non puntano né alla massa né ai fashion victim, ma al popolo underground. In Uk Firetrap è infatti la linea che meglio rappresenta lo streetstyle londinese e una delle realtà più vendute e conosciute in questo specifico settore. Non a caso è il brand di punta del gruppo inglese World Design & Trade, di cui rappresenta il 60% del fatturato, pari a 115 milioni di euro nel 2007. Un futuro in ascesa che prevede un notevole ampliamento del canale retail nelle principali città europee, prospettato anche dalle nuove nomine dirigenziali: alla sua guida è appena stato chiamato Pan Philippou, ex amministratore delegato di Diesel Usa, stratega dello sviluppo internazionale del brand.
e.b.
stats