Forum del TextilWirtschaft: l'epoca della fiducia

Si intitola "L'epoca della fiducia" la 52esima edizione del Forum che la rivista TextilWirtschaft (pubblicata, come Fashion, dalla casa editrice tedesca Dfv-Deutscher Fachverlag) organizza il 5 e 6 maggio prossimi in Germania. Al tavolo dei relatori importanti personaggi internazionali, tra i quali l'italiano Pier Luigi Loro Piana, che hanno affrontato la crisi basandosi su strategie coraggiose e costruttive.
Il tema conduttore della due giorni si riallaccia a quello di un anno fa, "La fortuna aiuta gli audaci": una riflessione su come, soprattutto in momenti difficili come quello che tuttora stiamo attraversando, strategie lungimiranti e una buona dose di ottimismo possano essere determinanti per non perdere la bussola e, in alcuni casi, per crescere nonostante l'impasse generale.
Suddivisa in due appuntamenti - la sera del 5 maggio alla Print Media Academy di Heidelberg e il giorno successivo al castello di Schwetzingen -, la convention sarà introdotta da Stéphane Garelli, professore presso l'Imd (Institute of Management Development) di Losanna e per molti anni direttore del World Economic Forum di Davos. Seguirà l'intervento di Bernd Beetz, ceo dal 2001 di Coty, colosso della cosmesi con quartier generale a New York, forte di un fatturato di oltre 4 miliardi di dollari. Numeri meno eclatanti, ma una tensione costante alla qualità contraddistinguono l'azienda italiana Loro Piana, rappresentata in questa occasione dall'a.d. Pier Luigi Loro Piana: insieme al fratello Sergio ha preso le redini della tessitura di famiglia nei primi anni Settanta, riuscendo a trasformarla in una struttura verticalizzata, attiva nell'alto di gamma per quanto riguarda sia le materie prime, sia l'abbigliamento.
Ai momenti di riflessione e discussione faranno da contraltare altri appuntamenti: in particolare, la consegna alla Print Media Academy dei riconoscimenti che, come d'abitudine, TextilWirtschaft assegna agli imprenditori che si sono dimostrati particolarmente innovativi e propositivi. Durante la stessa serata saranno premiati anche i giovani stilisti selezionati dalla Wilhelm-Lorch-Stiftung. L'ultima parola spetterà a una piacevole consuetudine: il pranzo a base di asparagi bianchi, una specialità di Schwetzingen, nel grande maniero nell’antico maniero in cui si fondono echi del classicismo, del barocco e del rococo.
a.b.
stats