Fossil chiude il 2003 con risultati in crescita a doppia cifra

Ricavi netti in aumento del 17,8%, risultato operativo in salita del 14,4% e utile netto che segna +16%: sono questi i progressi del gruppo texano, che beneficia di risultati eccezionali per l’ultimo quarto dell’esercizio, grazie all’omonimo marchio di orologi e ai segnatempo griffati Diesel, Emporio Armani e Dkny.
Il fatturato netto dell’esercizio chiuso lo scorso 3 gennaio si è attestato a 781,2 milioni di dollari, il risultato operativo ha raggiunto quota 109,7 milioni, mentre il profitto netto è salito a 68,3 milioni.
La chiusura del bilancio riflette le lusinghiere performance messe a segno nel corso dell’ultimo trimestre: il giro d’affari ha raggiunto i 259,2 milioni di dollari (+22%), il risultato operativo si è portato a 46,3 milioni (+24,1%) e l’utile netto ha totalizzato 29 milioni di dollari (+24,7%).
A commento dei risultati, Mike Kovar, senior vice president e chief financial officer della società, ha dichiarato: “ Il successo raggiunto può essere attribuito al nostro particolare approccio al business degli ‘orologi moda’, che punta a dialogar con molteplici canali distributivi, a raggiungere tutte le categorie di consumatori e a offrire griffe fra le più prestigiose al mondo”. “Dal punto di vista operativo – ha spiegato Kovar - abbiamo concentrato la distribuzione relativa al Nord America a Dallas, avviato un centro distributivo in Germania e messo a punto una piattaforma per le attività nazionali”.
Nelle previsioni di Fossil vi è un ulteriore incremento delle vendite e dei margini operativi nel breve e nel medio-lungo periodo.
e.f.
stats