Framis Italia: al via una nuova organizzazione aziendale

Framis Italia si fa in due. L’azienda di Vigano di Gaggiano (Mi) - produttrice di accessori per la confezione, nastri elastici, spalline, ganci con brevetti di successo come Framilon, Bretella e Piumatek - dall’1 gennaio prossimo renderà effettiva la nuova organizzazione aziendale che prevede la nascita di due divisioni: Framis Accessories e Framis Engineering.
"La decisione è stata presa per garantire un servizio adeguato alla clientela – spiega Francesca Salotto, responsabile marketing e comunicazione –. Framis è cresciuta notevolmente negli ultimi anni. Abbiamo iniziato da un accessorio e siamo finiti a offrire soluzioni tessili complete, proponendoci come partner in grado di affiancare il cliente nell’iter produttivo. La creazione di due strutture differenziate era d’obbligo".
Framis Accessories si occuperà di Framilon (il nastro elastico trasparente in poliuretano che ha consentito l’eliminazione degli elastici tradizionali dall’abbigliamento, dall’intimo specialmente), Bretella (bretelline trasparenti, ultraleggere, elastiche) e Piumatek Accessories (tecnologia che consente di ottenere capi senza orli, termosaldati, in assoluto sostegno nonché la realizzazione di ganci per reggiseni e spalline personalizzati, cioè nello stesso identico tessuto che il confezionista sceglie per il capo).
La divisione Engineering ingloberà invece la tecnologia Piumatek, la termosaldatrice SE2000E e i nastri in poliuretano Tektape.
Framis è nata 25 anni fa con la commercializzazione del Framilon. Sette anni fa, allestito il settore produttivo, il management ha dato il via alla ricerca di tecnologie alternative con il conseguente lancio di nuovi prodotti sul mercato. In continua espansione, Framis vanta oggi un fatturato di 10 milioni di euro.
m.b.
stats