French Connection avvierà 28 negozi quest’anno

Risultati annuali in ascesa per French Connection. Nell’anno chiuso il 31 gennaio scorso il fashion retailer britannico, che si sta espandendo in Europa e sta guadagnando posizioni in Nord America, ha raggiunto un fatturato di 267,9 milioni di sterline (401,9 milioni di euro), portandosi avanti dell’11% rispetto all’anno precedente.
La società - nota grazie al marchio Fcuk, che ha fatto della provocazione, a partire dal nome, la propria bandiera – ha messo inoltre a segno un +28% nell’utile pre-tasse, a quota 38,7 milioni di sterline. Le vendite a periodi comparabili hanno registrato un +3,7% nel Regno Unito e nell’Europa continentale, aree in cui le vendite wholesale hanno totalizzato 118 milioni di sterline, con un +11%.
Con l’opening, in programma settimana prossima, di uno store a Madrid, saliranno a cinque i monomarca French Connection nel Vecchio Continente (oltre a nove concessioni), un’area dove sono in cantiere importanti progetti che coinvolgeranno anche il nostro Paese (vedi fashionmagazine.it del 3 febbraio scorso).
In Nord America le vendite della compagnia si sono incrementate del 2%, totalizzando 33,2 milioni di sterline: se calcolata in dollari, l’ascesa è del 12%. Altra buona performance sul fronte wholesale: +6% per 18,9 milioni di sterline e +14% in valuta locale. In Asia e Australia l’espansione è quantificabile in un +32%, pari a 7,4 milioni di sterline. Attualmente le insegne French Connection nel mondo sono 89, più 40 concessioni e 78 store in franchising o su licenza. Quest’anno gli opening dovrebbero essere 8 per quanto riguarda gli spazi diretti e 20 relativamente alla formula in franchising.
ed
stats