Fung Brands e Jean-Marc Loubier trattano in esclusiva per Sonia Rykiel

Superati i 40 anni di vita, il marchio francese Sonia Rykiel si prepara a vivere una rivoluzione. Nathalie Rykiel, figlia della stilista fondatrice (insieme nella foto) nonché presidente e direttore creativo della maison, ha avviato una trattativa in esclusiva con la società di investimento Fung Brands Limited, capitanata da Jean-Marc Loubier (ex ceo di Escada), per cedere l'80% del suo capitale.
Con questa operazione - il cui obiettivo è quello di accelerare lo sviluppo internazionale della griffe - il fondo asiatico, filiale di Fung Capital Limited, si assicurerebbe il controllo di uno degli ultimi marchi familiari francesi indipendenti. La famiglia Rykiel resterà azionista con il 20% e Nathalie manterrà il ruolo di vice presidente del consiglio di amministrazione.
"Sonia Rykiel è un marchio dalla forte identità - ha commentato Loubier - e siamo convinti che riusciremo a svilupparlo con successo sui nuovi mercati nel pieno rispetto della sua identità". La maison francese, creata nel 1968, conta su di un fatturato di circa 90 milioni di euro, per il 50% realizzato in Francia e 65 boutique monomarca, 80 corner e 1700 negozio multibrand. Fung Brand Limited è una società indipendente da Li & Fung, anche se resta controllata da Victor e William Fung, azionisti di controllo del colosso asiatico. In un solo anno di attività -è stata fondata nel 2011 - ha già messo a segno diverse acquisizioni nel settore del lusso: dal marchio di calzature Robert Clergerie, a quello di accessori Delvaux.
an.bi.
stats