FuoriSalone: percorsi incrociati tra fashion e living

Un ricchissimo itinerario, fittamente costellato di eventi e presentazioni studiati ad hoc che celebrano e confermano l’inscalfibile primato internazionale di Milano nell’ambito dell’interior design: lo propongono, in concomitanza con gli appuntamenti e le esposizioni organizzati dagli specialisti del living, gli stilisti milanesi durante il Salone del Mobile.
In pole position, in un elenco giocoforza incompleto, Giorgio Armani: lo stilista presenta nei suoi tre spazi di via Manzoni 31 e 37 e di via Pisoni 2 le ultime proposte tra le quali spicca, accanto alla scrivania Adelchi e alla chaise longue Borromini in ebano macassar rivestito di lino, la cucina Calyx. Missoni propone nella showroom di via Solferino i must-have della collezione home progettata da Rosita Missoni: la poltroncina Cordula, i pouf-pastiglia Kundo, i cuscini-cactus Kip e i tappetini-fiore Kyla.
Non uno, ma ben tre temi moda (Summer house, Black sands e Modern equestrian) ispirano la collezione che Ralph Lauren Home propone a un selezionato pubblico nel suo flagship store di via Montenapoleone. A Rho Pero, Fendi Casa svela il divano Oscar, la poltroncina Garcia di vaga ispirazione Luigi XV e i lampadari Venice e Icelite. Questi ultimi, come tutti i mobili della maison romana, sono prodotti e distribuiti da Club House Italia che, durante la Milan Design Week, apre le porte della sua nuova showroom di via Durini 25. Qui i neonati arredi di Fendi Casa convivono con i pouf Rabat e le sedute Arco di Kenzo Maison, che al Salone Satellite “veste” due storici divani di Vladimir Kagan.
Sempre a Rho-Pero, nello stand di Henge, un tessuto dell’ultima collezione di Mila Schön dedicato a Maurits Cornelis Escher ricopre il divano Boiserie disegnato da Simone Micheli. Carla Carini ospita nel suo spazio i divani di Poliform rivestiti dal marchio Ken Scott. I fiori, insieme ai cuori, ai quadrifogli e alle farfalle accendono i coloratissimi tappeti che Agatha Ruiz de la Prada presenta a partire da oggi nel suo store di via Maroncelli.

Debutti importanti ed eventi speciali nel segno della creatività Da segnalare l'esordio della collezione per la casa di Ermanno Scervino e di quella progettata per Trussardi 1911 da Milan Vukmirovic, direttore creativo del brand. Lo stilista ha trasposto le suggestioni dell’Art Déco nel moderno lessico del marchio del levriero, per il quale ha progettato lussuose lampade con base in marmo, tavoli in legno di pioppo e un divano in cuoio invecchiato. Citano la geometrica pulizia degli ambienti degli anni Venti i mobili-vedette della linea casa di 1A Classe - Alviero Martini. Prodotti da Dramstudio, danno ampio risalto a lunghe cinghie in pelle e in coccodrillo, che ricordano le tipiche chiusure dei bauli da viaggio del passato.
Reinterpretano in chiave contemporanea 17 pezzi storici di Zanotta i giovani creativi di Fabrica che, domani sera, partecipano alla mostra Trans-forma, organizzata presso la showroom dell’azienda. La più nota produzione di Zanotta viene celebrata anche nello store di Frankie Morello. In collaborazione con Kartell, le boutique di Blumarine e di Miss Blumarine offrono rispettivamente un’esclusiva versione color fucsia delle sedie Frilly di Patricia Urquiola (protagonista della mostra Craft nel negozio di Max Mara di corso Vittorio Emanuele) e le poltroncine Lou Lou di Philippe Starck.
Kartell torna nelle vetrine dello store di Borsalino e in quello di Etro, che veste la poltrona Pop di Piero Lissoni con i tessuti orientalisti Robin, Corella e Oriolo. E se Ennio Capasa apre le porte dello spazio C’n’C’ Costume National per la mostra "Real Time" del designer olandese Marteen Baas, la boutique di Roberto Cavalli dà lustro ai lampadari di cristallo del duo Windfall, che per lo stilista ha già realizzato lo spettacolare chandelier del suo ultimo store parigino.
Nell'anno di Euroluce, Solitaire, una scultorea lampada a sospensione di Chiara Moreschi campeggia nel negozio di via Montenapoleone dei Fratelli Rossetti. In via Spiga lo store di Sportmax espone invece i vasi in grès dell’azienda danese Bodum mentre la boutique Tod’s celebra gli iconici gommini dei suoi mocassini con una mostra curata dal magazine Wallpaper e da Giulio Cappellini.
Il marchio Lorenz festeggia se stesso e i suoi 75 anni di attività con un’installazione che Martino Berghinz ha realizzato per la mostra Interni Design Energies, nel cortile dell’Università Statale. C.P. Company, dal canto suo, rievoca il 25esimo anniversario della Goggle Jacket di Massimo Osti con uno special event nella sede di via Savona 54, dove il designer John Alfredo Harris è protagonista la collezione Cellular.
È invece una scarpa sotto i riflettori di 10 Corso Como: progettata in esclusiva da Zaha Hadid, sarà commercializzata a tiratura limitata dal marchio brasiliano Melissa. Tra i numerosissimi eventi organizzati nel Quadrilatero della moda milanese, di cui daremo notizia anche nei prossimi giorni, da non perdere stasera la presentazione del video di Felice Limosani per il lancio del nuovo singolo di Morgan alla boutique di Just Cavalli (con cui il cantante-presentatore firma una mini-collezione) e l’installazione e-motion di Gaston Marticorena nello store di Dsquared2.
r.m.
stats