Gaetano Marzotto: focalizzare l’attenzione sui Paesi emergenti

Focalizzare l’attenzione sui Paesi emergenti nella speranza che dai vari Governi arrivino presto provvedimenti in grado di restituire risorse e fiducia ai consumatori dei mercati tradizionali: l’intervento di Gaetano Marzotto, presidente di Pitti Immagine, alla tradizionale conferenza stampa di presentazione dei saloni organizzati dall’ente fiorentino.
“C’è un grande stress del circolante: come aziende stiamo finanziando i nostri clienti, ma questo possono farlo solo le imprese che hanno credito” ha detto Marzotto. Fondamentale è per il presidente di Pitti Immagine restituire fiducia ai consumatori con una seria politica dei redditi: “Oggi in Italia solo il 40-50% di quello che le aziende pagano ai lavoratori entra effettivamente nelle loro tasche come potere reale di spesa”.
Nell’attesa di provvedimenti che stimolino la domanda interna si guarda ai mercati emergenti, gli unici in cui i consumi sono ancora dinamici: “Per questo come Pitti - ha proseguito Marzotto - abbiamo intrapreso, spesso in collaborazione con Ice, una serie di iniziative mirate a portare al salone nuovi buyer provenienti da questi Paesi, dagli Emirati al Kazakistan, dall’India al Far East”.
Anche la nota economica elaborata da Smi per Pitti Immagine evidenzia la debolezza dei mercati tradizionali: le vendite intra-comunitarie hanno archiviato nel primo semestre 2008 un calo del 2,5%, contro la soddisfacente performance dei mercati extra Ue che nello stesso periodo ha concretizzato un aumento del 3,9%. La crescita si deve soprattutto ai risultati conseguiti nei Paesi dell’ex blocco sovietico e nel Far East, con l’eccezione del Giappone che, come anche gli Stati Uniti, sta vivendo una nuova fase di contrazione, con cali rispettivamente dell’8 e del 5,9%.
c.mo.
stats