Gaetano Marzotto invita Prodi a Pitti Uomo

Nel corso della conferenza stampa di presentazione delle rassegne di Pitti Immagine, Gaetano Marzotto, presidente dell’ente fiorentino, ha invitato Romano Prodi a visitare la Fortezza da Basso nei giorni della moda maschile.
Sollecitato dalla giornalista Eva Desiderio in qualità di moderatrice dell’incontro, Marzotto ha mandato un ideale messaggio al futuro capo dell’esecutivo. “A Firenze - ha detto - potrà sentire il polso del made in Italy e capire di cosa le aziende italiane hanno davvero bisogno”.
Ovvero innanzitutto competitività: “Giusto quindi il programma per la riduzione del cuneo fiscale, ma occorre anche affrontare altri problemi: il costo dell’energia, le infrastrutture, l’abolizione dell’Irap, la flessibilità. Gli imprenditori faranno la loro parte, ma il governo ci deve dare una mano”.
Un altro aspetto fondamentale secondo Marzotto è quello della promozione: “Occorre unire cultura, stilismo, cucina e tutto quanto rappresenti il made in Italy in un’azione compatta e sinergica, senza disperdersi in mille rivoli”.
Quanto alle prospettive del settore, il presidente di Pitti si è detto ottimista: “Il made in Italy trarrà beneficio della ripresa in atto a livello mondiale” e tra i mercati più interessanti per il nostro export ha segnalato gli Stati Uniti, la Germania, il Giappone, la Russia, la Spagna e le cosiddette “tigri asiatiche”.
c.mo.
stats