Gap alza le stime dopo la trimestrale

Nel primo quarter, terminato il 28 aprile, il retailer Gap ha totalizzato 233 milioni di dollari di utili, in linea con lo stesso periodo del 2011, mentre le vendite sono aumentate del 6% a 3,5 miliardi di dollari (+4% a periodi comparabili). Sulla base di questi dati, il management ha rivisto al rialzo le previsioni sull'intero esercizio.
Infatti, gli utili per azione sono attesi in un intervallo tra 1,78 e 1,83 dollari per azione, dalla precedente stima di 1,56 dollari.
Nel quarter, i ricavi a periodi comparabili mostrano un miglioramento per tutte le insegne del gruppo in Nord America: +5% per Gap e Banana Republic (dal -3% e -1% rispettivemente registrato 12 mesi prima) e +4% per Old Navy (da -2%). Complessivamente, le vendite internazionali rallentano la discesa: -4% dal -6% del primo quarter 2011. La direct division, cui si riconduce l'e-commerce, ha invece registrato un incremento del 18% a 410 milioni.
Nei primi tre mesi il retailer ha aperto 32 nuovi store a fronte di 42 chiusure, che riflettono soprattutto la strategia di ottimizzare il network in Nord America. Per l'intero fiscal year sono in previsione 15 negozi gestiti direttamente e 50-75 spazi in franchising. Alla fine dell'esercizio la superficie dedicata alle vendite dovrebbe registrare un calo dell1% circa.
e.f.
stats