Gas: esordio domenica sulle passerelle milanesi. Nel mirino dell’azienda, il Giappone

Dagli stand di Pitti Uomo e Bread & Butter alle passerelle milanesi: esordisce alla kermesse meneghina del menswear il marchio Gas. Una scelta frutto di mutate strategie. Domenica sera la presentazione all’Alcatraz. E intanto si punta a crescere in Giappone, dove nasce una filiale dell’azienda.
“La filosofia alla base di questa nostra scelta è semplice – ha spiegato a fashionmagazine.it Claudio Grotto, presidente e amministratore delegato della Grotto, azienda che produce il brand -. Abbiamo preferito organizzare in azienda una serie di riunioni con la forza vendita, per avere l’occasione di spiegare il prodotto nei minimi dettagli, cosa impossibile da fare in fiera”. “Un modo per essere più vicini anche ai nostri clienti stranieri considerando l’importanza dell’estero per noi – prosegue -. Al momento esportiamo per una percentuale del 35-38% sul fatturato totale. A Milano, invece, abbiamo deciso di presentare il mood della collezione nell’ambito di una sfilata per dare un segnale molto forte di stile. E questo dovrebbe essere il nostro orientamento anche per il futuro". Sarà un evento che alla moda fonderà la musica: è prevista infatti un’esibizione live dei Planet Funk e di tre Rock Band inglesi, The Paddingtons, Dan Sartain, Client. Mentre Alan McGee e Drew McConnell, dj d’oltremanica, faranno ballare gli ospiti tra una performance e l’altra.
A Pitti Immagine Uomo Claudio Grotto pensa di tornare ma per presentare dei mood di collezione, così come porterà il bambino a giugno prossimo. Per il momento si punta a ripetere l’approccio milanese anche nei mercati ritenuti strategici, come il Giappone, dove a gennaio si apre una filiale a Tolyo, città in cui esordisce un flagship Gas nel quartiere Harajuku. “Uno spazio di 380 metri quadri che per il momento viene avviato con la formula temporary secondo un concept molto essenziale e che più avanti verrà ristrutturato sulla base dei concept dei flagship del brand – chiarisce Grotto -. A oggi in Giappone esistono già quattro negozi monomarca. Quello di Harajuku sarà il primo flagship".
c.me.
stats