Gds sfida la congiuntura con il 6% in più di espositori e un ricco programma

È partita oggi a Düsseldorf la fiera delle calzature e della pelletteria Gds. Nonostante l’attuale congiuntura economica, il salone registra il 6% in più di espositori: sono 820 le aziende, in arrivo da 32 nazioni, impegnate a presentare qui circa 1.950 collezioni per l’estate 2009, su una superficie di 103 mila metri quadri. Già ieri ha aperto le porte la parte Global Shoes, che porta complessivamente a 1.269 le realtà in vetrina sul Reno.
La manifestazione è stata oggetto di un sostanziale ripensamento del percorso espositivo e delle sue varie sezioni, come spiega Kirstin Deutelmoser, direttrice di Gds: “Abbiamo sfruttato il trasloco nei nuovi padiglioni della fiera per un rilancio dei nostri settori in chiave più attuale”. Grande attenzione viene riservata anche al programma che completa la mostra, che comprende relazioni sui trend, workshop, tavole rotonde e una serie di sfilate, nella convinzione che in tempi difficili come quelli attuali il trade internazionale abbia più che mai bisogno di informazioni su tendenze ed evoluzioni del mercato.
e.a.
stats