Geox: cinque consiglieri indipendenti e il portavoce del Papa nel comitato etico

Il primo cda post quotazione di Geox vede la partecipazione di nuovi consiglieri, cinque dei quali indipendenti e istituisce quattro comitati. Quello etico sarà composto dal fondatore - Mario Moretti Polegato -, da Umberto Paolucci, presidente Microsoft Italia e vicepresidente Microsoft Corporation e da Joaquìn Navarro-Valls, direttore della sala stampa della Santa Sede.
Alessandro Antonio Giusti, Bruno Barel, Francesco Gianni, Giuseppe Gravina, Renato Alberini sono i cinque amministratori indipendenti. Il comitato esecutivo è formato da Mario ed Enrico Moretti Polegato, oltre a Diego Bolzonello. Fanno, invece, parte del comitato per il controllo interno i consiglieri non esecutivi e indipendenti già citati Gianni, Barel e Giusti. Questi ultimi due membri del board, insieme al presidente Moretti Polegato, compongono anche il comitato per la remunerazione.
Come ricorda la società veneta in una nota, lo scorso 30 novembre 2004, un giorno prima dell’esordio in Borsa, il cda ha approvato il piano di stock option, che riguarda 2,85 milioni di azioni offerte ai “top” e “middle” manager e alla “key people” del gruppo, nell’ottica del raggiungimento degli obiettivi strategici prefissati. La prima tranche, pari a 1/3 delle opzioni assegnate, potrà essere esercitata a partire dalla data di approvazione del bilancio al 31 dicembre 2007. Un ulteriore terzo (seconda tranche), sarà esercitabile dall’approvazione del bilancio 2008 e il resto (terza tranche), dall’approvazione dei conti del 2009. “Il prezzo di sottoscrizione delle azioni - precisa la Geox - è pari al prezzo di collocamento stabilito nell’ambito dell’offerta pubblica finalizzata alla quotazione della Società a Piazza Affari” (vedi fashionmagazine.it del primo dicembre).
e.f.
stats