Geox: i ricavi crescono a doppia cifra, stabile il risultato netto

In ascesa del 16% (del 17% a cambi costanti) i ricavi consolidati di Geox, che nel 2008 hanno superato gli 892 milioni di euro. Il risultato netto, rettificato da poste straordinarie non monetarie, si è attestato sui 123,4 milioni di euro (contro 123 milioni nel 2007) con un margine del 13,8%. Ottimista sul 2009 il presidente e fondatore Mario Moretti Polegato (nella foto).
La parte più consistente del fatturato (il 91%) è realizzata con le calzature, a quota 808,4 milioni di euro (+12,5%), mentre l'abbigliamento, pur rappresentando solo il 9% con 84 milioni di euro, ha dimostrato un notevole dinamismo (+62,5%).
L'ebitda è leggermente sceso (da 200,9 a 199,5 milioni di euro), con un margine del 22,4%. Quanto all'ebit, rettificato da poste straordinarie non monetarie, è passato da 179,7 a 172,4 milioni, con un margine del 19,3%. Il CdA ha proposto all'assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo di 0,24 euro per azione, pari a un payout di circa il 53%: la cedola verrà staccata il 18 maggio e sarà in pagamento il 21 dello stesso mese.
Tra i mercati, il più significativo resta l'Italia, con una quota del 37% sul giro d'affari complessivo, pari a 333 milioni di euro (+13,1% rispetto all'anno precedente). Bene l'Europa con 404 milioni (+12,2%) e, benché di importanza secondaria in rapporto ad altre aree, ancora meglio il Nord America, con quasi 50 milioni e un +27,6%. Il turnover negli "altri Paesi" oltrepassa i 105 milioni di euro, avanzando del 37,9%. Un'analisi per formula distributiva evidenzia l'espansione dei Geox Shop (940 nel 2008, di cui 573 in franchising e 218 diretti), in aumento del 25% con un 32% dei ricavi. In lieve contrazione il peso dei multimarca (dal 71% al 68% sempre a livello di ricavi), che comunque riportano una crescita dell'11,6%.
Esprimendo soddisfazione per un anno archiviato positivamente, il presidente e fondatore di Geox Mario Moretti Polegato non si lascia fuorviare dal pessimismo generale. "Per i prossimi mesi - dice - il quadro economico rimane incerto e difficile, ma gli ordini raccolti per la primavera-estate 2009 riportano un +6% e questo ci rende fiduciosi". "Sono assolutamente convinto - precisa - che proprio nei momenti di difficoltà si aprano delle opportunità per le aziende più competitive e Geox, grazie alla flessibilità del proprio modello di business e alla solidità finanziaria del bilancio, sarà capace di superare questo momento uscendone rafforzata".
a.b.
stats