Geox: il fatturato cresce del 4%

Nei primi sei mesi dell’anno, Geox ha registrato ricavi in progresso del 4% a 482,9 milioni di euro (+3% a cambi costanti), mentre l’ebitda si è attestato a 119,6 milioni, pressoché invariato rispetto allo stesso semestre del 2008. L’Italia è cresciuta del 3% a 175 milioni di euro.
Il risultato netto della società, rettificato da poste non monetarie, non comparabili con il periodo precedente, è stato pari a 64,6 milioni (dai 78,6 degli analoghi sei mesi del 2008). Nella prima metà dell’anno, il gruppo capitanato da Mario Moretti Polegato ha messo a segno performance positive, oltre che nella Penisola, nel Nord America (+20,1%) e nel segmento “altri paesi” (+20,8%) mentre l’Europa, area dove viene generato quasi la metà del turnover, ha ceduto lo 0,5%. Sul fronte distributivo, la realtà specializzata nelle calzature ha riportato vendite in calo nel canale multimarca (-1,6%), mentre il settore monobrand è avanzato del 17,6%, trainato dalla crescita del 32,2% dei dos (al 30 giugno scorso, il numero totale dei Geox Shop worldwide ammontava a 997 unità, di cui 227 a gestione diretta, contro le 940 insegne - e 218 directly operated store - esistenti alla fine dello scorso anno). Solida la posizione finanziaria netta del gruppo che, a fine giugno, era pari a 75,9 milioni (dai 58,9 milioni al 31 dicembre 2008).
Soddisfatto dei risultati ottenuti il presidente e fondatore Mario Moretti Polegato. “Sulla base delle vendite raggiunte nel semestre e dell’incoraggiante inizio della stagione autunno/inverno - ha affermato - ritengo che Geox potrà chiudere il 2009 con ricavi sostanzialmente in linea con il 2008”.
d.p.
stats