Gherardini si espande in Arabia Saudita con opening a Jeddah e Al Khobar

La maison di accessori Gherardini ha scelto le città di Jeddah e Al Khobar per rafforzare la propria presenza in Arabia Saudita. I due negozi, rispettivamente all'interno del Red Sea mall e dell'Al Rashid mall, presentano il nuovo concept realizzato dagli architetti di Studio 63.
L'ispirazione del layout, come spiega una nota, nasce dalla memoria stessa del marchio, che ottenne grande successo tra le ricche signore dell'aristocrazia fiorentina tra gli anni Cinquanta e Sessanta, per poi raccogliere consensi in tutto il mondo. Tra i materiali utilizzati spiccano così il marmo monaco brown per il pavimento, l'ottone satinato per i mobili e legno macassar per le pareti, che puntano - insieme a lampade e poltrone di design storico - a rendere l'ambiente intimo e sofisticato.
Si tratta di due aperture che vanno a supportare la spinta all'internazionalizzazione di Gherardini, in linea con le strategie di sviluppo del suo investor, il Gruppo Braccialini, che produce e distribuisce il brand: "Crediamo molto nei mercati del Medio Oriente, in particolar modo nei Paesi del Golfo Persico, per la capacità dei clienti locali di comprendere il lusso italiano, la cura dei dettagli e lo sforzo messo in ogni singolo pezzo - afferma Lorenzo Braccialini, chief marketing officer del gruppo, appena rientrato da quei territori -. Le nazioni del Golfo hanno un ottimo potenziale di sviluppo, tanto che con il nostro partner locale siamo già alla ricerca della terza location in Arabia, che sorgerà nella capitale Riad".
Tra i progetti futuri di Gherardini figura anche lo sbarco in un'altra location chiave come Dubai, negli Emirati Arabi Uniti.
a.t.
stats