Giappone: i consumatori "senior" si gratificano volentieri con lo shopping

In Giappone le persone appartenenti alla fascia di età intorno ai sessanta anni amano godersi la vita e spendono più volentieri tempo e denaro per sé, piuttosto che per i propri figli o nipoti: lo rivela uno studio condotto dal quotidiano Nihon Keizai Shimbun.
La ricerca, come riporta il sito Wgsn, si è basata su un totale di 1.379 risposte, ha preso a campione giapponesi nella fascia di età intorno ai sessanta anni, che vivono nelle regioni metropolitane di Tokio e di Osaka. Facendo un raffronto con il periodo in cui aveva dieci anni di meno, il 56% degli intervistati ha ammesso di divertirsi di più ora e l’87% ha dichiarato di dedicarsi a un hobby.
Fra i prodotti e i servizi maggiormente richiesti ci sono i viaggi, le tv a schermo piatto e alta definizione, i computer e la ristrutturazione della casa. Quasi la metà degli interpellati usa personal computer o telefoni cellulari, con un 25% che usa frequentemente le e-mail e un 27% che consulta internet per avere informazioni.
Altro dato interessante emerso è che il 74% degli intervistati ammette di non aver mai acquistato prodotti studiati espressamenti per senior. Il design di questi articoli è poco grintoso, stando a quanto afferma il 71% del campione. L’87% ha dichiarato invece di sentirsi relativamente giovane.
“Osservando il comportamento di madri e figlie nel nostro negozio, emerge che i loro gusti in fatto di moda sono esattamente gli stessi”, ha dichiarato Hidejro Fujiwara, presidente del retailer di abbigliamento, Shimamura.
stats