Giuliano Fujiwara torna in passerella a Milano

Torna in passerella a Milano la collezione Giuliano Fujiwara. La sfilata è fissata per il 18 gennaio alle 19.30 alla Galleria Meravigli. Artefice della nuova immagine della griffe, lo stilita giapponese Masataka Matsumura.
La sfilata prevede la partecipazione di Steve Piccolo che suonerà dal vivo: la collezione, infatti, si ispira al mondo del jazz.
Nato nella seconda metà degli anni Ottanta, il Fujiwara Design Studio aveva l’obiettivo di unire Giappone e Italia sul terreno del menswear. Risultato dell’impegno, una collezione all’insegna della purezza, con un’immagine grafica di notevole impatto. Alla scomparsa dello stilista, la moglie Kyomi Fujiwara assicura continuità all’impresa.
Nel 2005 il marchio è assorbito dalla giapponese Steadfast, azienda specializzata in attività lontane del mondo della moda ma con un interesse crescente in tale direzione. L’arrivo del partner sigla il rilancio e il rinnovamente del marchio. E se Kyomi Fujiwara assicura la continuità del marchio nel mutamento, lo stile è affidato al designer venticinquenne Masataka Matsumura, giapponese che si è formato tra Svizzera e Gran Bretagna.
Il nuovo corso della griffe coincide con una virata verso la modernità e il lusso, sempre nell’ottica di un incontro tra cultura artigianale italiana e design giapponese. A testimonianza del nuovo orientamento, collaborazioni con aziende del calibro di Borsalino e del lanificio Loro Piana.
Oggi il Design Studio mantiene la sede a Milano, mentre lo stilista fa la spola fra Tokyo e l’Italia, dove viene effettuata gran parte della produzione della collezione presso gli stessi laboratori e con gli stessi tecnici con cui Giuliano Fujiwara ha collaborato fin dall’inizio. Alcuni articoli, come i jeans, sono prodotti invece in Giappone.
Intanto è in corso di realizzazione una boutique monomarca a Tokyo, nel quartiere di Aoyama. Licenze per occhiali e una linea di scarpe sono già attive con Optical Design e Calzaturificio Vigens. Attualmente in Giappone viene prodotta una piccola serie di gioielli in diamanti neri e argento, mentre si prevede la realizzazione di capi e accessori in serie limitate indirizzati esclusivamente allo store.
c.me.
stats