Gli analisti scommettono sull'e-commerce di Zara

Attesa per l'avvio domani del sito di e-commerce di Zara in sei Paesi - Spagna, Portogallo, Francia, Italia, Gran Bretagna e Germania -, con la prospettiva di estendere il business a Usa, Giappone e Corea del Sud entro il 2011. Anno in cui, secondo alcuni analisti, gli utili del brand spagnolo potrebbero aumentare del 10%.
È questo il parere di Annie Critchlow di Société Générale, riportato da Reuters insieme a quello dei portavoce di Barclays Capital che, in modo leggermente meno ottimistico, prevedono un +9,1% nel periodo tra il febbraio 2011 e l'analogo mese del 2012.
Se davvero le vendite dell'insegna iberica mettessero a segno un +10%, il giro d'affari complessivo annuale del gruppo crescerebbe del 3%, a parità di negozi, con un +10% alla voce ebit.
a.b.
stats