Gran Bretagna: Allders in amministrazione controllata

La catena inglese di department store Allders si è vista costretta a ricorrere all’ammininistrazione controllata, a causa di debiti che ammontano a oltre 150 milioni di sterline, di cui circa 16 milioni nel fondo pensioni.
Il collasso del gruppo, da svariati mesi alla ricerca di un acquirente, è stato accelerato dalla società Epsilon, a cui Lehman Bros, che controlla il 20% di Allders, ha ceduto parte del debito.
L’agenzia Kroll, cui è stato affidato il compito di ristrutturazione dell’azienda, ha già provveduto al licenziamento di 130 dipendenti dell’ufficio centrale, fra cui il direttore generale Terry Green, il direttore commerciale Phil Cox e il direttore finanziario Harvey Ainley.
La crisi di Allders, il cui portfolio è costituito da 45 punti vendita e la cui forza lavoro supera i 5.700 dipendenti, ha scatenato l’interesse di un gran numero di possibili acquirenti, fra cui ci sarebbero anche i retailer House of Fraser, Debenhams e Primark e i fondi di private equity Alchemy e Sun Capital.
p.o.
stats