Gruppo Arcadia: profitti in discesa ma Topshop regge

Il Gruppo Arcadia, leader nel retail in Gran Bretagna, ha rallentato il passo nell'esercizio 2007/2008: il fatturato è arretrato dello 0,6% rispetto all'anno precedente, portandosi a quota 1,8 miliardi di sterline, ma il colpo più pesante è arrivato dal -6,1% alla voce utile operativo, pari a 275,3 milioni di sterline.
"I nostri brand di punta, Topshop, Topman e Miss Selfridge, hanno tuttavia messo a segno ottime performance - ha puntualizzato Philip Green, al vertice della società - con aumenti record a livello sia di ricavi, che di utili". Il magnate è salito recentemente alla ribalta delle cronache finanziarie per avere dichiarato la propria disponibilità a risanare il debito di Baugur, colosso islandese travolto dal crac finanziario del Paese (vedi fashionmagazine.it del 13 ottobre). Ma secondo quanto lui stesso ha detto in un'intervista alla Bbc, la trattativa si sarebbe arenata.
Tornando al Gruppo Arcadia, si prevede che nel corso dell'attuale esercizio la superficie dei negozi nel Regno Unito sarà incrementata di 19.500 metri quadri. All'estero, dove si attende l'opening newyorkese di Topshop fissato per la prossima primavera, dovrebbero essere avviati 11.700 metri quadri. Lo scorso anno sono stati investiti 85 milioni di sterline per aprire nuovi negozi e per il business online.
fi e a.b.
stats