Gruppo Coin: bene l'omonima catena, ancora meglio Ovs

Andamento positivo per il Gruppo Coin nei primi nove mesi di quest'anno (dall'1 febbraio al 31 ottobre): le vendite nette consolidate, pari a 898,2 milioni di euro, sono cresciute del 7,1% rispetto all'analogo periodo del 2008, con un balzo in avanti del 9,8% nel terzo trimestre.
In aumento del 15,3% nei nove mesi il margine operativo lordo, a quota 86,6 milioni di euro, mentre l'utile si attesta a 22,2 milioni, in avanzata di 8,1 milioni (+58%). Nei tre mesi, l'ebitda ha superato i 18 milioni di euro, mettendo a segno un +16,9%. Positivo per 17,8 milioni (contro i precedenti 12,1 milioni) il risultato netto.
L'indebitamento netto a ottobre 2009 scende inoltre a 366 milioni di euro, dai 379,2 milioni nello stesso mese del 2008, "pur dopo aver completamente assorbito l'acquisizione di Melablu (24,8 milioni di euro) e i relativi investimenti di conversione dei negozi (circa 17,6 milioni), insieme agli esborsi una tantum per la chiusura della sede di questa catena", come precisa una nota.
Secondo l'a.d. del Gruppo Coin, Stefano Beraldo, la rapida integrazione delle reti Melablu e Den all'interno di Ovs è stata un fattore determinante di successo, parallelamente alla riqualificazione dell'offerta degli store Coin, che nei nove mesi hanno totalizzato un turnover di 261 milioni di euro (+3,9%) e nei tre mesi di 90,5 milioni (+3,7%). I conti di Ovs sono a loro volta ampiamente positivi: le vendite nette hanno raggiunto i 630 milioni di euro, in rialzo del 7,4%. Ancora meglio è andata nel terzo trimestre, a quota 231,2 milioni (+10,5%).
a.b.
stats