Gruppo Coin interessato ai negozi Limoni?

Manager del Gruppo Coin e del maggiore azionista Bc Partners starebbero valutando l'acquisizione della catena di profumi e cosmetici Limoni. Si tratta di 450 negozi (un'ottantina dei quali presenti negli store Coin, Ovs e Upim) che realizzano circa 350 milioni di ricavi, ma su cui gravano forti debiti.
Lo riporta oggi Il Mondo, che ipotizza al lavoro Stefano Beraldo, a.d. di Gruppo Coin, con alcuni manager di Bc Partners per preparare un'offerta da sottoporre alle banche creditrici della catena del beauty, che sarebbero esposte per 400 milioni di euro. Interpellata sull'argomento, la società di Mestre al momento si trincera dietro a un "no comment".
Come scrive il settimanale, gli istituti di credito non sarebbero invece favorevoli al piano di Bridgepoint, dal 2006 proprietario di Limoni, che avrebbe proposto di iniettare 30 milioni in cambio della disponibilità delle banche a convertire in capitale gran parte dei crediti.
e.f.
stats