Gruppo Geospirit: Peuterey in tandem con Piquadro, Geospirit debutta con il baby, Dekker con il kid

Novità in vista per il gruppo toscano che gestisce i marchi Geospirit, Peuterey, Dekker e Kejo: a Pitti Uomo sarà presentata la nuova liaison Peuterey/Piquadro. Sempre a gennaio esordiranno anche il kid di Dekker e il baby di Geospirit.
I venti di crisi non rallentano il dinamismo della società di Altopascio, Lucca, che, tramite le due realtà sorelle G&P Net e D&K Distribution si occupa rispettivamente dei brand Geospirit e Peuterey e delle collezioni Dekker (con il corrispettivo femminile Dek’her) e Kejo, ossia il top dei capispalla sportivi declinati in diverse accezioni. I risultati lo dimostrano: l’esercizio che si chiude il 31 marzo del 2009 farà segnare una crescita del 16% circa, per un totale di 112 milioni di euro di fatturato.
“Investiamo molto sulle persone a tutti i livelli – spiega a fashionmagazine.it Graziano Gianelli, amministratore delegato di G&P Net e presidente di D&K Distribution – con un occhio attento al reparto creativo che riteniamo fondamentale. Basti pensare che ad Altopascio, nel giro di sei anni circa, siamo passati da 30 dipendenti a 175”. Consistente anche l’investimento sul fronte delle showroom: ieri è stato inaugurato il nuovo spazio milanese in via Lodovico il Moro 23, una sede di 600 metri quadri che sostituisce la precedente di 300 metri quadri, poco distante. “In tre anni abbiamo aperto 12 showroom in Italia, due in Germania, una a New York, Londra, Barcellona – puntualizza Gianelli -. Spazi dove lavoriamo con gente che si dedica solo ai nostri quattro marchi, in modo da trasmettere messaggi giusti al mercato”.
A Pitti Uomo si attende di vedere il frutto dell’accordo fra Piquadro e il brand Peuterey, una linea di abbigliamento che si chiamerà probabilmente Piquadro by Peuterey e una collezione di borse e accessori Peuterey realizzata da Piquadro. Ma le novità non si esauriscono qui. Sempre a Firenze è atteso il lancio di un'operazione di co-branding che lega Kejo a una nuova realtà: sull’onda degli accordi con Golia e Bacio Perugina sarà ora il momento di un’altra label per il momento top secret (“di sicuro non saranno dolci o caramelle”, assicura Gianelli). Sempre in gennaio saranno ai nastri di partenza il kid di Dekker (unica delle quattro etichette che ancora non si era cimentata con le taglie da tre a 14 anni) e il baby di Geospirit per l’universo dai sei mesi ai tre anni.
c.me.
stats