Gruppo Linificio: salgono gli utili, ma scendono i ricavi

Crescono gli utili, ma diminuiscono i ricavi per il gruppo Linificio, che ha chiuso il 2004 con un risultato netto pari a 6,9 milioni di euro, mettendo a segno un incremento dell’83,9%, mentre il fatturato è sceso dell'8,7% a quota 95,9 milioni di euro.
La variazione, secondo quanto riporta una nota diffusa dalla società, è dovuta all’effetto combinato di una flessione dei volumi di vendita dei filati linieri e di un calo medio dei prezzi superiore al 2%.Il miglioramento, invece, dell’utile operativo, passato da 10,6 a 11,3 milioni di euro, è stato realizzato grazie alla crescita dei margini industriali e ai benefici di costo derivanti dalla raggiunta efficienza degli impianti di produzione delocalizzati.
Per il 2005, il gruppo tessile prevede di ottenere risultati positivi grazie alle iniziative strategiche messe in atto e i piani di ristrutturazione in corso. È stato infatti perfezionato il 9 marzo scorso il contratto di compravendita immobiliare, per un corrispettivo di 7,5 milioni di euro, da parte della controllata Licana, per la cessione dello stabilimento di Frattamaggiore, in parte dismesso. Gli accordi prevedono la permanenza dell’attività dei tessuti spalmati di Licana in parte dell’area. Tale operazione, già comunicata a giugno del 2004, determinerà, sul bilancio consolidato del Gruppo Linificio dell’esercizio 2005, una plusvalenza di oltre 5 milioni di euro.
Visti i risultati raggiunti, il consiglio di amministrazione ha deciso di proporre all’assemblea straordinaria degli azionisti, in calendario per il prossimo 19 aprile in prima convocazione e per il 20 in seconda, la distribuzione di un dividendo di 0,25 euro per azione, pari a circa 6,9 milioni di euro totali, contro i 2,8 milioni di euro del 2003.
v.s.
stats