Gruppo Linificio: trimestrali in miglioramento e dividendo invariato rispetto al 2001

Dopo avere concluso l’esercizio 2002 con fatturato e utile netto in flessione, il gruppo Linificio e Canapificio Nazionale mostra segnali di ripresa nel primo trimestre di quest’anno. L’assemblea degli azionisti di oggi ha deliberato la distribuzione di un dividendo pari a 0,02 euro per azione.
Il fatturato consolidato trimestrale della società controllata da Marzotto ha raggiunto i 14,3 milioni di euro, dagli 11 milioni dello stesso periodo del 2002 (+30%). In evidenza soprattutto i filati linieri, in controtendenza rispetto alla congiuntura negativa del tessile.
Il risultato operativo è passato dalla perdita di 0,8 milioni di euro del primo trimestre 2002 a 1 milione di utile attuale. Come indica il gruppo Linificio in una nota, le performance si devono a una maggiore competitività acquisita con il completamento del programma industriale 2000-2002.
Anche il risultato netto di periodo è tornato positivo a 0,36 milioni di euro, da una perdita di 1,1 milioni del trimestre 2002. In calo pure l’indebitamento finanziario netto, ridottosi a 6,9 milioni di euro da quota 11,4 milioni rilevati al 31 dicembre 2002.
Nel corso dell’assemblea di oggi gli azionisti hanno deliberato la distribuzione di un dividendo pari a 0,02 euro per ogni azione ordinaria e di 0,05 euro per le azioni di risparmio, valori identici a quelli stabiliti per il 2001.
Secondo quanto dichiarato dai vertici della società bergamasca, diversi elementi supportano i numeri ottenuti e fanno prevedere un 2003 positivo: nelle tendenze delle collezioni primavera-estate 2004 il lino giocherà un ruolo importante, i prezzi di vendita dei filati dovrebbero raggiungere una progressiva stabilità, le incertezze legate alla guerra in Iraq vanno attenuandosi e il quadro economico è atteso in lenta ripresa.
e.f.
stats