Gruppo Marcolin: chiude un 2003 difficile e rinnova gli organi sociali

Approvato il bilancio dell’esercizio 2003 di Marcolin: un anno difficile per il gruppo italiano leader nel settore dell’occhialeria, soprattutto a causa del rallentamento sul mercato strategico degli Stati Uniti. L’assemblea degli azionisti ha inoltre nominato il nuovo cda.
Come già sottolineato su fashionmagazine.it lo scorso 19 marzo, sul bilancio della capogruppo Marcolin Spa - che si è chiuso con un risultato negativo di 6.148 migliaia di euro - ha pesato l’impasse registrata dalla filiale Marcolin Usa, che ha reso necessaria la svalutazione parziale della partecipazione per un totale di 11.099 migliaia di euro. “In relazione agli altri dati gestionali – precisano i comunicati – si evidenzia un incremento del fatturato realizzato rispetto al precedente esercizio pari al 19,5% e un valore di ebitda che passa da 10.965 a 11.989 migliaia di euro”.
Il bilancio consolidato 2003 viene comunque archiviato con un saldo negativo di 4.152 migliaia di euro, mentre il giro d’affari del gruppo è stato di 157.294 migliaia di euro (-6% in confronto con il 2002, ma stabile senza considerare le oscillazioni valutarie).
Sui mercati diversi da quello statunitense gli esiti sono stati incoraggianti: il fatturato si è portato a 13.987 migliaia di euro (+13%), con un sostanziale mantenimento dell’ebitda complessivo.
L’assemblea degli azionisti ha deliberato la nomina del nuovo cda, confermando in nove il numero dei componenti. È stato rinnovato l’incarico a Giovanni Marcolin Coffen, Cirillo Coffen Marcolin, Maurizio Coffen Marcolin, Antonio Bortuzzo, Giorgio Drago, Maurizio Dallocchio ed Emanuele Alemagna. New entry sono invece Enrico Petrocchi (candidato proposto dal socio Dolce & Gabbana, eletto dalle minoranze) e Sandro Bartoletti, attuale cfo di Marcolin Spa.
a.b.
stats