Gruppo Miroglio approva il bilancio 2011: un anno all'insegna del riassetto

Miroglio chiude l'esercizio 2011 con un fatturato consolidato di 1,042 miliardi di euro, in crescita del 4,5% rispetto allo scorso anno e con un margine operativo lordo a quota 63,5 milioni di euro, in calo del 40% a confronto con il 2010. Il gruppo di Alba - tra i leader europei nel tessile-abbigliamento, titolare, tra gli altri, dei marchi Motivi, Caractère ed Elena Mirò - consolida tuttavia la propria posizione finanziaria netta.
Nell'anno lasciato alle spalle, la realtà piemontese ha completato il progetto di riassetto volto ad allineare l'organizzazione delle linee strategiche, rafforzando l'area marketing con l'introduzione del nuovo chief marketing officer e istituendo market development organization in Cina e in Russia, Paesi su cui si punta particolarmente, grazie anche all'alleanza strategica con il fondo Mandarin.
Gli investimenti sono ammontati complessivamente a 70,3 milioni di euro, di cui 53,8 nel settore moda, finalizzati soprattutto all'implementazione della rete di punti vendita. Nell'insieme i negozi sono aumentati nel corso del 2011 di 70 unità, di cui 50 all'estero e 20 in Italia.
Da segnalare, infine, dopo la chiusura dell'esercizio 2011, l'importante accordo con il Gruppo Sinterama, che comporta la ristrutturazione dell'area filo continuo (vedi notizia di fashionmagazine.it del 3 maggio scorso).
e.a.
stats