Gucci Group annuncia un nuovo prezzo dell’opzione "put"

Il gruppo, leader nel segmento lusso, ha annunciato oggi un nuovo prezzo dell’opzione "put" pari a 85,52 dollari per azione (il prezzo originario era di 101,50 dollari), in seguito alla restituzione di capitale agli azionisti, pari a 13,50 euro per azione, avvenuta ieri.
Come precisa una nota della società, il nuovo prezzo dell’opzione "put" è conforme agli accordi "Restated strategic investment agreement-Rsia", stipulati fra Gucci Group e Pinault-Printemps Redoute (Ppr) nel settembre 2001.
Ai sensi dell’articolo 2.4 del Rsia, Ppr è tenuta a effettuare fra il 22 marzo e il 30 aprile 2004 un’offerta pubblica per contanti per tutte le azioni del Gucci Group, a un prezzo di 101,50 dollari per azione.
Sempre in base al Rsia, in caso di pagamento straordinario agli azionisti, i membri indipendenti del Supervisory Board di Gucci Group possono comunque modificare il prezzo della "put" fino alla concorrenza massima del pagamento straordinario effettuato, adeguandone l’importo in base al valore attualizzato fra la scadenza del pagamento e quella finale dell’offerta pubblica, ossia il 30 aprile del prossimo anno.
Lo scorso 16 luglio l’Assemblea generale annuale degli azionisti di Gucci Group ha approvato una restituzione straordinaria di capitale pari a 13,50 euro per azione: in conformità al Rsia, i membri indipendenti del supervisory board hanno ridotto il prezzo dell’opzione "put" di 15,98 dollari. Un importo determinato in base al tasso di cambio euro-dollaro e applicando il tasso del 2,15% a 15,78 dollari, per il periodo compreso fra ieri 2 ottobre e il 30 aprile 2004.
Attualmente la partecipazione di Ppr in Gucci è del 67,34% (vedi fashionmagazine.it del 25 settembre scorso).
stats