Gucci: al via la seconda fase della Gucci Immersive Retail Experience

Nella giornata in cui Gucci ha portato in passerella il menswear della primavera-estate 2013, la maison annuncia il lancio della seconda fase di un progetto, realizzato in partnership con OOOii, il cui obiettivo è permettere, grazie a dispositivi high-tech, un'esperienza d'acquisto unica nel suo genere.
Il caposaldo di questa iniziativa è l'assottigliamento dei confini tra la boutique fisica e quella virtuale, partendo dallo spazio milanese di via Montenapoleone: chi entra nel punto vendita ha la possibilità di immergersi nell'atmosfera dei fashion show uomo e donna, grazie alla presenza di cinque colonne composte da schermi ad altissima risoluzione (ma a basso consumo), realizzati da Planar. La speciale tecnologia Kinect permette al cliente o all'assistente alla vendita di "pilotare" le immagini di passerella, soffermandosi su un look o su un dettaglio, oppure portando avanti o indietro la proiezione. Inoltre, su un iPad in dotazione sono caricati cataloghi virtuali di ultima generazione.
A borse, valigie e altri prodotti appartenenti alla categoria lifestyle - suddivisi per icone, materiali, colori, articoli continuativi e novità - è dedicato uno schermo da 32 pollici. In un clic si è in grado di avere informazioni sulla disponibilità, per poi passare a esaminarli "dal vivo".
Le scale sono tappezzate di "Starway interactive videowall", che "reagiscono" al passaggio delle persone, mentre al secondo piano del flagship c'è un angolo ad hoc per i bambini, che non solo possono seguire le avventure dell'orsetto Gucci, icona delle collezioni kid, ma creare ritmi e sonorità per pilotare i suoi movimenti. I prossimi monomarca al centro di questa importante evoluzione saranno, dopo Milano, quelli di Hong Kong e Saint Tropez.
a.b.
stats