Gucci con gli accessori e un caffé in Galleria Vittorio Emanuele a Milano

Dopo Louis Vuitton (che ha inaugurato un monomarca poche settimane fa), apre sotto le volte del passaggio più famoso di Milano Gucci. Il taglio del nastro del negozio di Galleria Vittorio Emanuele, esclusivamente dedicato agli accessori, è previsto per sabato. In autunno debutterà invece uno spazio inedito per le boutique della griffe: la prima caffetteria Gucci al mondo.
Il negozio si sviluppa su una superficie di vendita di 180 metri quadri, disposti su due livelli, e presenta l’intera gamma degli accessori Gucci: borse, valigie, piccola pelletteria, occhiali, profumi, cravatte, foulard, calzature da uomo e da donna.
Il design è caratterizzato da un continuo gioco di contrasti: superfici ruvide si affiancano alle levigate, materiali dall’aspetto urbano si alternano ai naturali, come i pavimenti in cemento grezzo intarsiato con ciottoli di fiume che contrastano con l’effetto “industriale” prodotto dalle lastre di resina retro illuminate utilizzate come scaffali.
Il nuovo store si aggiunge a quello di via Montenapoleone 7, ristrutturato nel novembre 2002, dove sono invece presenti tutte le merceologie di prodotto, e porta a 194 il numero complessivo dei punti vendita Gucci gestiti direttamente nel mondo.
Particolarmente ampio è il risalto che la stampa quotidiana italiana ha dedicato all’apertura, nel contesto di un più ampio discorso sulla valorizzazione, avviata anche grazie alla moda, della Galleria dei milanesi.
e.a.
stats