Gucci definisce con P&G beauty la licenza per i profumi del brand

Estinto l’accordo con Wella/Cosmopolitan Cosmetics, acquisita da Procter & Gamble nel 2003, Gucci ha definito con P&G beauty la licenza per la produzione, vendita e distribuzione worldwide delle fragranze a marchio Gucci.
Si tratta di un’intesa di lungo periodo con effetto immediato focalizzata allo sviluppo - come specificato in una nota diffusa dal gruppo della doppia G - di "un business ad alto tasso di crescita, a elevati margini ed efficiente in termini di investimenti". I primi frutti della partnership tra i due big player si concretizzeranno a partire dal 2007, con il lancio sul mercato di nuovi profumi che andranno ad aggiungersi alle 10 fragranze già esistenti divise in quattro linee: Envy, Rush, Gucci eau de parfum e Gucci pour homme. La distribuzione sarà gestita a livello mondiale da P&G beauty, che punta su una selezionata rete di retailer di alto livello, coerente con l’immagine del brand.
Intanto il colosso statunitense dei beni di largo consumo ha dato il via alla riorganizzazione dell’area beauty che ha già visto la creazione di una nuova divisione, Prestige and professional, la quale raggruppa i prodotti dedicati ai capelli di Wella e P&G, l’attività di Cosmopolitan cosmetics e l’unità P&G Prestige beauté.
Con il nuovo assetto di P&G beauty, che sarà operativo a partire da luglio, Christopher de Lapuente è diventato group president per il global professional e retail hair care sotto Susan Arnold, vice chairman di P&G beauty & health, mentre Marc Pritchard è stato nominato presidente per la global strategy, alle direttive di A. G. Lafley, president e chief executive del gruppo e del cfo Clayton C. Daley Jr. Infine, se Paolo De Cesare assume il ruolo di presidente dello skin care business, Mary Ann Pesce sarà la responsabile di new business development, deodorants/male personal care and personal cleansing.
v.s.
stats