Gucci: impegno ecologista e richiesta danni alla Bank of China

Viene lanciato domani Home, il film ambientalista prodotto da Luc Besson e sponsorizzato da François-Henri Pinault. Gucci, marchio controllato dalla Ppr dello stesso Pinault, è in prima linea nel sostenerlo con prodotti e iniziative. Di oggi anche la notizia della richiesta danni, per 4 milioni di dollari, presentata dalla maison contro la Bank of China, per il ruolo avuto dall’istituto finanziario nella vendita online di borse contraffatte.
Si tratta infatti del seguito di una causa svoltasi lo scorso anno, al termine della quale la banca cinese fu condannata a versare 170mila dollari per aver illegalmente occultato i dati relativi all’attività di vendita online di siti come MyReplicaHandbag.com e altri.
L’azione legale contro questi ultimi si era conclusa con una multa di 4,3 milioni di dollari. Ora Gucci e altri brand sostengono che Bank of China avrebbe avuto un ruolo ben più centrale nella vicenda e chiedono che paghi a sua volta 4 milioni di dollari e che le venga imposta un’ulteriore sanzione per ogni giorno che passerà fino alla consegna di tutti i documenti richiesti, relativi alle transazioni avvenute.
Quanto all’impegno ecologista di Gucci, i proventi derivati dalle iniziative e dai prodotti speciali messi a punto in occasione del lancio mondiale di Home saranno devoluti a GoodPlanet.org, organizzazione che promuove lo sviluppo sostenibile nel pianeta.
Home rappresenta un importante progetto: diretto dal fotografo specializzato nelle riprese aeree Yann-Arthus Bertrand, il film sarà diffuso contemporaneamente in 126 nazioni in ogni formato (movie theatre, tv, dvd e Internet) e doppiato in 33 lingue.
e.a.
stats