Gucci sotto i riflettori in Corea

Il flagship store nel quartiere di Chungdam-dong, a Seul, che riapre in una nuova veste, una mostra al Korea Furniture Museum, una sponsorizzazione riservata al National Trust Korea (Ntk, istituto che si occupa di preservare il patrimonio storico locale) e borse di studio per gli studenti della moda: in questi giorni il brand Gucci è al centro di una serie di iniziative in Corea, tra charity e business.
Il marchio del gruppo francese Ppr sosterrà il Ntk per cinque anni, arrivando a donare, complessivamente, 500 milioni di won (circa 333mila euro). "Gucci e il National Trust della Corea credono nell'importanza della storia e del passaggio culturale tra generazioni - ha dichiarato Patrizio di Marco, presidente e ceo della maison fiorentina -. Sono onorato che l'azienda possa avere un ruolo nella preservazione del bellissimo patrimonio storico locale".
L'annuncio è avvenuto durante la cerimonia inaugurale della mostra dal titolo "Timeless Touch of Craftsmanship: Korean Heritage Meets 91 Years of Gucci Archive", che ha previsto il trasferimento di 70 modelli d'archivio provenienti dal Gucci Museo di Firenze. L'appuntamento, al Korea Furniture Museum da dopodomani al 12 maggio, testimonierà quanto l'artigianato italiano sia in sintonia con il lavoro di artisti del luogo attraverso 1.500 soggetti, compresi pezzi d'arredamento e la tradizionale casa "hanok".
Ma le iniziative della griffe delle due G non finiscono qui. In collaborazione con la Korea Student Aid Foundation sarà assegnata una borsa di studio a cinque specializzandi in moda o fashion marketing per un periodo di cinque anni. Il Gucci Scholarship Program non solo aiuterà gli studenti dal punto di vista finanziario, ma offrirà loro l'opportunità di visitare i laboratori artigianali di pelletteria della maison a Firenze e di assistere a una sfilata a Milano.
Last but not least, la riapertura del monomarca Gucci nel lussuoso Chungdam-dong: disposto su tre piani, per una superficie totale di 3mila metri quadrati, ospita un'ampia selezione di accessori, le collezioni donna, il childrenswear e, all'ultimo piano, il menswear con uno spazio dedicato al "made to misure" e una vip lounge privata. Il design concept è firmato dal direttore creativo Frida Giannini.
e.f.
stats