Guerriero riacquista il 40% del brand dalla Bvm Italia

Stefano Guerriero torna ad affrontare da solo le sfide del prêt-à-porter. Lo stilista ha concluso il rapporto con la Bvm Italia capitanata da Mario Bandiera, che era presente al 40% nel capitale della srl titolare del marchio, la Viking. Probabili l’acquisizione di un’azienda e il lancio di una nuova linea.
Si tratta di una decisione che si accompagna alla conclusione del contratto con il designer sul fronte della creatività, nel quale rientrava anche la creazione delle collezioni firmate Les Copains. Guerriero ha quindi riacquistato il 40% del capitale della Viking tramite il fratello Marcello, che ora riveste il ruolo di amministratore delegato e detiene il pacchetto di minoranza. Ora, per Guerriero è il momento di trovare un’azienda che si occupi della produzione delle sue collezioni.
È di questi giorni la notizia della probabile acquisizione di una realtà produttiva dove dare spazio anche al magazzino tessuti. Partner finanziari dell’operazione, con Guerriero, tre industriali del settore e un commercialista. Nell’ipotesi di rendere interna la produzione, all’esterno rimarrebbe affidata la realizzazione delle borse (alla Works di Scandicci) e della pelle (alla Cgs studio di Empoli). Ma i progetti dello stilista riguardano anche il lancio di una nuova linea che, nelle sue intenzioni, dovrebbe andare a posizionarsi tra le taglie del prêt-à-porter e quelle del conformato. Un’area spesso lasciata impresidiata.
c.me.
stats