Guess cresce a doppia cifra nel primo trimestre dell’anno

L’americana Guess Inc. ha archiviato il primo trimestre dell’anno con un fatturato di 539,3 milioni di dollari, in aumento del 22%, mentre l’utile netto ha raggiunto i 50,3 milioni, avanzando del 54,7%. A trainare i risultati, con incrementi a doppia cifra, tutti i mercati di riferimento (nella foto, due look Guess Jeans della campagna primavera-estate 2010).
La società di abbigliamento e accessori di Los Angeles ha registrato, nei tre mesi chiusi il primo maggio, decisi progressi in Nord America (turnover a +13,6% nel canale retail, +27,3% nel wholesale), in Europa (+28,3%) e in Asia (+50,4%). Questi ultimi due continenti, ha sottolineato il ceo Paul Marciano, “insieme hanno rappresentato quasi il 60% del giro d’affari quarterly del gruppo”. E ha aggiunto: “Restiamo focalizzati sulle nostre priorità per quest’anno: aumentare la produttività delle vendite su tutte le aree di business, crescere nel Vecchio Continente ed espandere il network di negozi nel Nord America”.
A causa del continuo rafforzamento del dollaro nei confronti dell’euro, tuttavia, i vertici di Guess Inc. hanno rivisto al ribasso le stime dell’utile per azione annuale, atteso fra 2,80 e 2,85 dollari, dalla precedente guidance compresa fra 2,87 e 2,95 dollari. Il fatturato del fiscal year 2011, invece, dovrebbe totalizzare un valore fra 2,35 e 2,40 miliardi di dollari (2,30-2,35 miliardi nell’outlook diffuso a marzo, vedi fashionmagazine.it del 18 marzo 2010).
d.p.
stats