Guru: debutta a Bologna il secondo flagship store

È stato inaugurato ieri con un party e una cena in uno dei locali più cool della città il secondo flagship store di Guru. Uno spazio di 200 metri quadri, che segna un'altra tappa nello sviluppo retail della società.
L'obiettivo di Matteo Cambi, manager alla guida della società Jam Session cui fa capo il brand, è infatti quello di potenziare la presenza e l'immagine di Guru sul mercato italiano ed estero tramite operazioni retail ad alto impatto. Dopo Bologna e Taormina, dove pochi giorni fa ha aperto il primo monomarca (120 metri quadri in corso Umberto 174), questi gli opening che l'azienda punta a realizzare entro settembre 2006: Anversa (Kammenstraat 22, 300 metri quadri), Roma (aeroporto Fiumicino, 50 metri quadri), Parma (via Repubblica 18, 100 metri quadri) e Milano (corso di porta Ticinese 83, 100 metri quadri).
A queste sei aperture si affiancano 40 corner, in parte già installati, in parte in fase di realizzazione, e una distribuzione in circa 3.000 multibrand store nel mondo. La margherita sembra in effetti godere di ottima salute, come conferma lo stesso Cambi: "Abbiamo chiuso il 2005 con un turnover di 90 milioni di euro e quest'anno contiamo di far crescere il fatturato fino a quota 115".
Lo store bolognese è dominato da uno stile eclettico, in cui materiali naturali sono abbinati a specchi color fucsia e intonaco grezzo. L'ideazione e la progettazione dei negozi sono state affidate allo Studio Pagani-di Mauro, che ha cercato di fondere atmosfere contemporanee e citazioni rétro, colori neutri e tinte brillanti. Uno stile destinato, nelle intenzioni, a creare nel tempo l'universo visivo di Guru.
All'evento di inaugurazione i soliti noti hanno attirato i flash dei paparazzi e la curiosità dei passanti. Insieme a Nina Moric e Gabriel Garco, è stata avvistata in negozio anche Nicoletta Mantovani, mentre Cesare Cremonini si è presentato al TittoPappaBumba, locale ipertrendy sponsorizzato dalla griffe, dove si sono conclusi i festeggiamenti. Tra gli ospiti, non è passata inosservata la bellezza diafana di Kate Nauta, volto della campagna pubblicitaria del prossimo inverno, che dal 2005 Guru ha affidato con successo al fotografo David LaChapelle.
Novità in serbo anche per Blue Blood, il marchio olandese di jeans di ricerca di cui Jam Session ha da poco acquisito la maggioranza. "Nel giro di sei mesi - dice Matteo Cambi - apriremo un monomarca ad Amsterdam".
m.g.
stats