H&M: in crescita fatturato e utili nel primo trimestre 2004

Prosegue l'ascesa di H&M, il colosso svedese del pronto moda che al 29 febbraio ha chiuso il primo trimestre del 2004 con un fatturato in crescita del 9%, raggiungendo così, in tre mesi, 1,79 miliardi di corone svedesi (194,2 milioni di euro). In salita anche l'utile al netto delle imposte, passato da quasi 1,1 miliardi di corone a oltre 1,16 miliardi. Prosegue, intanto, il piano di espansione del gruppo che nel secondo trimestre prevede di inaugurare 51 nuovi monomarca.
In assenza di fluttuazioni dei cambi l'incremento del giro d'affari sarebbe stato intorno al 12%, dato che sale al 13% per il solo mese di febbraio. Positivo anche l'andamento del risultato operativo, che ha superato il miliardo e settecento mila corone, corrispondenti a una crescita del 9%.
Durante i primi tre mesi del bilancio 2004, H&M ha aperto 7 store di cui 3 in Germania, dove il gruppo ha acquisito la filiale tedesca di Gap. Gli altri 4 sono stati avviati negli Stati Uniti, Belgio, Francia e Regno Unito. Considerando che in questi tre mesi sono stati chiusi quattro punti vendita, sono 948 i monomarca nel mondo.
Per il secondo trimestre, invece, il gruppo svedese ha pianificato di inaugurare 51 nuovi negozi - fra cui 8 in Germania, 6 in Inghilterra e Polonia, 5 in Spagna e 4 in Norvegia - mentre ha previsto la chiusura di altri 3. Per quanto riguarda il mercato tedesco, i 10 punti vendita attualmente ancora a insegna Gap saranno convertiti in spazi H&M entro l'autunno prossimo.
v.s.
stats