H&M si accorda per rilevare Fabric Scandinavien

Il colosso del fast fashion H&M ha siglato un'intesa per rilevare la maggioranza di Fabric Scandinavien, società svedese cui fanno capo le catene Weekday e Monki, nonché produttrice e distributrice di abbigliamento con una serie di marchi propri, tra i quali Cheap Monday. Per aggiudicarsi il 60% del capitale, H&M verserà 564 milioni di corone svedesi in contanti (circa 59,4 milioni euro).
A vendere sono i fondatori - Adam Friberg, Lars Karlsson, Örjan Andersson e Linda Friberg - che continueranno comunque a occuparsi della società. In base agli accordi, H&M ha inoltre un diritto di prelazione per acquisire il resto delle quote per un periodo che va da tre a cinque anni. Il turnover di Fabric Scandinavien per l'esercizio 2007/2008 dovrebbe totalizzare, nelle attese della società, 250 milioni di corone, mentre il risultato operativo dovrebbe attestarsi a 67 milioni. Per il fiscal year 2007/2008 sono invece attesi ricavi pari a 400 milioni di corone.
La controllata di Fabric Scandinavien, Weekday Brands, realizza principalmente young fashion nello stesso spirito di H&M, cioè capi di moda a basso prezzo. Tra i marchi più noti nella sua scuderia, Cheap Monday, venduto complessivamente in oltre 1.000 punti vendita (tra gli altri brand, MTWTFSS Weekday e Sunday Sun).
La catena Weekday, focalizzata su proposte urban per uomo e donna, conta sei store in Svezia e questo mese aprirà il primo spazio oltreconfine, in Danimarca. Monki, invece, ha all'attivo 12 negozi in madrepatria, che propongono moda giovane al femminile.
e.
stats