Hanro: rinnovamento a 360 gradi

Allo scoccare dei 120 anni di attività, Hanro rinnova in toto management e prodotto. Alla guida della Casa svizzera, produttrice di underwear per donna e uomo con un giro d’affari di 30 milioni di euro, è il presidente Astrid Leyrer. Product manager è Carola Kohler, brand manager Andreas Aschauer-Martinelli mentre la poltrona di direttore delle vendite a livello internazionale è andata a Klaus Wurnseder.
Sostituito anche il responsabile del mercato italiano, che risponde ora al nome di Michael Grandl: il manager si dividerà tra gli uffici della Casa madre e quelli della sede bolognese, da dove Hanro controlla circa 800 punti vendita per un fatturato di 1 milione di euro.
Un nuovo team per un marchio storico che, come annuncia Andreas Aschauer Martinelli, "esce dal letargo" puntando su un’immagine molto sofisticata per raggiungere e fidelizzare anche target di consumo "alternativi".
"Abbiamo intenzione di esplorare nicchie di mercato interessanti – confida -. Per esempio gli omosessuali, donne o uomini, sono senz’altro un ottimo pubblico per il nostro prodotto in quanto sensibili alla moda, dotati di buon gusto e inclini al consumo e al rinnovo del guardaroba". Grandi novità riservano quindi le collezioni: praticamente raddoppiata per numero di pezzi la maschile, che utilizza cotoni finissimi e sete con un design minimal-chic, mentre alla donna viene dedicata la Couture Edition, una linea di alta moda con tre serie a tiratura limitata e numerata, disegnate dallo stilista Edoardo Martinelli. Le prime vetrine ad accogliere i frutti del nuovo corso Hanro saranno Harrods a Londra e il monomarca di Roma, in seconda battuta i punti vendita selezionati in Europa e negli States che scelgono il brand.
m.b.
stats