Harmont & Blaine: esordisce a Pitti Bimbo con il childrenswear

Da gennaio 2005 Harmont & Blaine esordisce a Pitti Bimbo con una linea di childrenswear maschile. Il brand napoletano, che identifica una collezione di sportswear maschile di target elevato, sarà ora anche etichetta di una linea dai 4 ai 14 anni, che esprime la medesima filosofia della collezione principale, mantenendo integra la personalità del bambino. Partner dell’iniziativa, l’azienda napoletana Agb Company.
La nuova collezione si divide per fasce di età: il baby, da 4 a 7 anni, e il junior, da 8 a 14 anni. “Copriremo tutta l’Italia e l’Europa – spiega a fashionmagazine.it Domenico Menniti, amministratore delegato della P.d.m., proprietaria del marchio –. Negli Usa partiremo con il monomarca di Miami mentre nel Far East ci appoggeremo al nostro partner di Hong Kong”.
Gli obiettivi prevedono il raggiungimento di un fatturato di 2/3 milioni di euro alla prima stagione e di 10 milioni nell’arco di tre anni (il giro di affari aziendale, nel 2004, sarà di 15 milioni e 400 mila euro) con una distribuzione che coprirà i monomarca e i canali plurimarca di target elevato. I prezzi saranno allineati con il target di riferimento: per fare un esempio, una camicia con il bassotto costa cira 75/85 euro nella fascia 8/14 anni.
La linea sarà realizzata su licenza dalla Agb Company, con stabilimento a Casandrino, in provincia di Napoli. “Si tratta di una vera e propria partnership – chiarisce Menniti – che vede la stretta collaborazione nello sviluppo della collezione, nel controllo della produzione e sul fronte della distribuzione”.
c.me.
stats