Harmont & Blaine: in crescita del 38,60% nei primi tre mesi del 2005

Dopo aver archiviato il 2004 con un incremento del fatturato del 29,99% (6.258.307 euro), Harmont & Blaine, marchio di abbigliamento maschile e per bambino, che fa capo alla napoletana P.D.M., mette a segno un + 38,60% nel primo trimestre 2005 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
“Contribuiscono al brillante risultato tutti i settori dell’azienda – fa sapere l’amministratore delegato Domenico Menniti –. Abbiamo registrato un incremento del 142% sugli incassi derivanti dai punti vendita gestiti in Italia direttamente da noi e una crescita del 92,63% dei ricavi determinati dall’esportazione, che rappresenta oggi il 15,45% del fatturato globale, contro l’11,12% del primo trimestre 2004”.
Ora l’obiettivo per il brand del bassotto è l’ampliamento della distribuzione. Nei prossimi sei mesi si programmano sei nuove aperture in Cina, che comprendono un flagship di circa 300 metri quadri a Shangai, due boutique negli Stati Uniti, una a Santo Domingo, due in Belgio e due in India.
Previsto nel 2006, inoltre, l’opening a New York, dove è in corso la ricerca di una location di prestigio.
Annunciato anche l’adeguamento della struttura produttiva con la realizzazione di una nuova area di 4.500 metri quadri destinata al controllo qualità e alla logistica. Per il progetto, che partirà nella seconda metà del 2006, l’azienda prevede un investimento di 3,2 milioni di euro.
m.b.
stats