Harmont & Blaine: un flagship nel centro di Milano e altri progetti

Corso Matteotti 5 è il nuovo indirizzo di Harmont & Blaine nel capoluogo lombardo: un monomarca di quasi 530 metri quadri su tre piani, la cui inaugurazione è prevista il prossimo giugno, in concomitanza con la fashion week dedicata all'uomo. Il progetto si inserisce in un momento di forte espansione distributiva per il brand del bassotto.
"Con questo flagship - ha commentato l'a.d. Domenico Menniti - apriamo una grande finestra sul mondo". "Abbiamo scelto di continuare a investire anche nel periodo più difficile della storia economica del Paese - ha aggiunto - poiché non intendiamo lasciare ai marchi dello sportswear straniero il controllo della principale piazza della moda internazionale". L'azienda ha inoltre acquistato uno spazio adiacente al negozio, dove trasferirà la propria showroom.
Ma le novità non finiscono qui: restando in Italia, è stata ampliata a 200 metri quadri la boutique palermitana, parallelamente all'avvio di 12 avamposti Harmont & Blaine Jeans in altrettanti centri commerciali della Penisola.
Oltreconfine, dopo le inaugurazioni di Ekaterinburg, Casablanca, Macao, Hong Kong (Time Square), Panama City e Santa Fe in Messico, sarà la volta di Malta (The Point Shopping Mall), Villahermosa in Messico, Dubai (Dubai Mall e Mall of Emirates, che portano a quattro gli spazi Harmont & Blaine in quest'area), di nuovo Ekaterinburg e Panama, Rostov on Don e Krasnodar. Allo stato attuale le vetrine worldwide della label - che ha archiviato il 2011 con un fatturato di circa 55 milioni di euro, in crescita di oltre il 13,2% rispetto al 2011, un ebitda al 17,7% e un ebit al 13,1% - sono 49 in Italia e 50 all'estero, a cui va aggiunta la presenza in più di 600 multimarca. A Porto Rotondo è attivo dal 2009 un Harmont & Blaine Café, cui dovrebbero seguirne altri sia sul nostro territorio, sia all'estero, con un focus sul Medio Oriente.
a.b.
stats