Harrods vuole sbarcare all'ombra della Grande Muraglia

Un punto vendita Harrods all’ombra della Grande Muraglia? Un’eventualità che trova spazio nei piani dei vertici dell’iconica insegna londinese: "Ci sono altre aree del mondo dove potremmo operare con profitto - ha dichiarato il managing director Michael Ward -. La Cina è la destinazione più probabile: prima, tuttavia, c’è molto lavoro da fare".
Per il luxury department store, ceduto recentemente da Mohamed Al Fayed alla Qatar Holding per 1,5 miliardi di sterline (vedi news del 10 maggio scorso), la città ideale per avviare un negozio nell’ex celeste impero sarebbe Shanghai. I turisti del grande Paese asiatico, d’altronde, sembrano apprezzare molto lo shopping nello storico grande magazzino di Knightsbridge: quest’anno la loro affluenza è addirittura aumentata del 125%. Da Harrods, inoltre, sembra che ogni cinese spenda il triplo rispetto a un cliente statunitense.
d.p.
stats