Henry Beguelin: dopo San Pietroburgo, nuovo opening a Mosca

È prevista per la fine di novembre l’apertura del secondo monomarca su territorio russo di Henry Beguelin. Dopo San Pietroburgo, è Mosca la città scelta per la nuova boutique, che ospiterà sia le collezioni di accessori artigianali che il prêt à porter.
I decoratori sono ancora al lavoro nello spazio di 50 metri quadri inserito nel lussuoso contesto del nuovo Lotte Plaza Commercial Centre di Mosca, dove sorgerà il secondo monomarca di Henry Beguelin. L’immagine della boutique, curata da Tullio Marani, presidente di Caribù - azienda che nel 1998 ha acquistato il marchio specializzato nella lavorazione a mano dei pellami a concia vegetale - è concepita per esaltare le caratteristiche uniche della maison. La tradizione artigianale del made in Italy, la qualità dei materiali e delle lavorazioni, nei prodotti a marchio Henry Beguelin come nella sua immagine si fondono a forme e dettagli di terre lontane dando vita a un prodotto senza tempo, personalizzabile, espressione del lusso che va oltre le mode.
All’inizio erano soprattutto cinture, qualche borsa e piccola pelletteria. Poi si sono aggiunte le scarpe, qualche scatola e cesta in cuoio e i mobili: tutto tagliato, cucito e modellato dalle mani esperte dei circa 40 artigiani che lavorano nei laboratori di Vigevano e dell’Isola d’Elba. Recentemente le collezioni si sono arricchite con l’abbigliamento, gli accessori e la maglieria in puro cashmere.
Insieme all’unico monomarca italiano in via Caminadella a Milano, ai sette negli Usa, ai cinque in Giappone e a quello di San Pietroburgo, la boutique moscovita di prossima apertura fa parte di una strategia di espansione all’estero che è al centro degli investimenti della famiglia Marani, che ha chiuso il 2007 con un fatturato pari a 20 milioni di euro, di cui 9 realizzati in Italia.
e.b.
stats