Hermès mette gli occhi sulla svizzera Natéber

Il gruppo del lusso Hermès ha avviato una trattativa in esclusiva per acquisire l'azienda svizzera dell'orologeria Natéber Sa, specializzata nei quadranti di alta gamma. L'operazione conferma la strategia della società di volere gestire internamente un business, quello dei segnatempo in capo a La Montre Hermès, in decisa accelerazione.
Infatti, nel 2011 il segmento ha realizzato un +23% a cambi costanti, arrivando a totalizzare un fatturato totale di 138,7 milioni di euro: circa il 5% dei ricavi totali di Hermès.
Con lo stesso obiettivo qualche mese fa Hermès ha comprato il 32,5% del capitale del produttore di casse per orologi Joseph Erard Holding (vedi fahionmagazine.it del 29 settembre), mentre nel 2006 ha acquisito il 25% dell'elvetica Vaucher Manufacture Fleurier, altra specialista nei componenti.
Anche Lvmh e Ppr stanno seguendo un percorso analogo. Sul finire del 2011 il gruppo presieduto da Bernard Arnault, che è arrivato a detenere il 22,3% del capitale di Hermès, ha acquisito il 100% di ArteCad, uno dei suoi principali fornitori di quadranti per orologi con sede in Svizzera (vedi fashionmagazine.it dell'11 novembre). In luglio la controllata Louis Vuitton aveva invece comprato un partner storico, La Fabrique du Temps, con base a Ginevra (vedi fashionmagazine.it del 7 luglio). Il gruppo Ppr, cui fa capo Gucci Group, è invece diventato il maggiore azionista di Sowind Group, casa madre di brand come Girard-Perregaux e Jean Richard (vedi fashionmagazine.it del 5 luglio).
e.f.
stats