Hermès non teme la crisi e investe 160 milioni di euro nel 2003

Il gruppo del lusso francese Hermès - in un meeting tenutosi ieri nel quartier generale di Parigi - ha fatto sapere di non aspettarsi miracoli dall’anno in corso, ma di prevedere comunque un fatturato in crescita. Ha annunciato inoltre un piano di investimenti da 160 milioni di euro nel 2003.
Durante l’incontro i portavoce della maison hanno rivelato che i cambi valutari attuali in Asia e Usa hanno determinato un calo del 6% del fatturato nei primi quattro mesi del 2003, ma si sono detti fiduciosi riguardo al business dei prossimi mesi. “Ci troviamo nel mezzo di una tempesta, ma siamo ben preparati”, ha detto infatti Jean-Louis Dumas, ceo della società.
Hermès investirà quest’anno 160 milioni di euro nella costruzione di una piattaforma logistica e di tre nuovi stabilimenti di pelletteria in Francia, così come nell’apertura di negozi monomarca. Lo scorso anno l’investimento era ammontato a 102 milioni di euro.
Secondo quanto dichiarato da Jean-Louis Dumas sono particolarmente positive situazione finanziaria e prospettive per la Casa di moda Jean Paul Gaultier, partecipata al 35% da Hermès. La griffe, che ha aperto tre boutique monobrand nel 2002, ha riportato un fatturato in crescita del 28% lo scorso anno.
E’ di pochi giorni fa la notizia che lo stilista disegnerà anche il prêt-à-porter donna di Hermès (vedi fashionmagazine.it del 19 maggio).
go
stats