Hermès: vendite in flessione nel primo semestre

E' risultata più eclatante delle attese la discesa del fatturato della griffe francese Hermès, che ha archiviato i primi sei mesi del 2003 con un –6,2% a 549,3 milioni di euro. A parità di tassi di cambio i ricavi avrebbero tuttavia messo a segno un +3,3%. A pesare sui valori di bilancio soprattutto il secondo trimestre, condizionato dagli effetti della Sars.
In particolare, sono diminuiti del 3,2% i ricavi derivanti dalla divisione gioielli, scarpe, borse, prêt à porter e accessori in seta (445,4 milioni di euro). Il comparto profumi, orologi e homewear ha subito una flessione del 21,1% (80,3 milioni di euro). Quasi invariato il turnover relativo alle calzature John Lobb (23,6 milioni di euro).
Fra i mercati di riferimento l’Europa ha fatto segnare un –11% delle vendite nel semestre. In crescita invece Giappone (+16%), Corea (+14%) e Americhe (+6%).
e.f.
stats