Hilfiger prende il controllo della distribuzione in Italia

Tommy Hilfiger Corporation ha rilevato i diritti della distribuzione del suo brand in Italia, per controllare direttamente l'espansione nella penisola a livello wholesale e retail.
La fashion house americana, ma con base a Hong Kong, ha deciso che la sussidiaria europea Tommy Hilfiger Europe Bv acquisirà dall'attuale distributore in Italia Fincom (che fa capo alla Incom di Montecatini) i diritti di distribuzione e gestione dei prodotti della griffe nel nostro Paese. Questo nell'ottica di seguire molto più da vicino "uno dei più importanti mercati per la società nel futuro", come hanno detto i vertici.
In generale, tutta l'Europa è sotto osservazione per il marchio: l'ingresso in quest'area è datato 1997, con buone performance al punto che le vendite nell'anno chiuso nel maggio 2004 sono aumentate del 46,9%, totalizzando 310 milioni di euro. La prospettiva per il 2005 è sfondare il tetto dei 500 milioni di euro.
Invece il business legato al wholesale negli Usa va a rilento, con un calo del 30,8% (pari a 165,3 milioni di dollari) nel terzo trimestre archiviato il 31 dicembre 2004.
fi
stats